Sardegna e Giro d’Italia: tutto quello che ancora non sapete

Giro Italia Sardegna
732 406 Casa Mare Sardegna

C’è un rapporto speciale tra la Sardegna e le due ruote: luogo d’elezione del cicloturismo, destinataria di uno dei più grandi progetti di rete ciclabile a livello europeo e ora, anche protagonista dell’edizione numero 100 del Giro d’Italia. Tre le tappe che nel 2017 vedono la Sardegna coinvolta nella partenza della manifestazione: Alghero-Olbia (206 km), venerdì 5 maggio; Olbia-Tortolì (221 km) sabato 6 maggio e Tortolì-Cagliari (148 km) domenica 7 maggio. Chi ha scelto di frequentare la propria seconda casa in Sardegna fuori stagione, oltre alle tante sagre e fiere popolari, quest’anno ha anche l’occasione di vivere questa passione “in rosa” ad alto tasso di contagio. E dato il grande successo di pubblico e il riscontro mediatico ottenuto, gli organizzatori hanno già previsto di ricomprendere la Sardegna nell’edizione 2018.

Il legame tra storia, territorio e imprese sportive
A rendere, da sempre, indimenticabili le tappe del Giro in Sardegna, è il legame forte che si è sempre stabilito tra la corsa più nota d’Italia e il territorio, con la sua storia: ancora rimane nitida, nella memoria di molti, l’edizione 2007, organizzata in occasione del bicentenario della nascita di Garibaldi con le tre tappe Caprera-La Maddalena cronometro a squadre, 24 Km; Tempio-Bosa, 203 Km e Barumini-Cagliari, 200 Km. A ogni passaggio dei corridori, artisti in costume e istituzioni locali hanno ricordato l’eroe dei due mondi che ha scelto l’isola come luogo di riposo e pace. Una ragione di più per pensare all’acquisto di una seconda casa nel Golfo, vivendo un’esperienza unica.
Ma in Sardegna il Giro era arrivato per la prima volta nel 1961, con una tappa a circuito a Cagliari, denominata Giro del Mediterraneo che si snodava per 118 chilometri tra i piccoli centri della provincia, vinta da Oreste Magni, per poi tornarci soltanto 30 anni dopo, nel 1991, con tre tappe tutte tricolore: la Olbia-Cagliari, 193 Km; la semitappa Olbia-Sassari di 127 km rimasta nella storia perché vinta da Gianni Bugno che in quell’occasione si guadagnò la maglia rosa; la minicronometro pomeridiana di 7 Km con il successo del varesino Gianluca Pierobon e infine la classica Sassari-Cagliari (231 Km) con la vittoria in volata del velocista Mario Cipollini.

 

Torre di Sulis

La Torre di Sulis “vestita” per celebrare il 100esimo Giro d’Italia

La carovana rosa negli angoli più belli del Nord Ovest
Nell’edizione 2017, dei 575 chilometri da Alghero a Cagliari, la maggior parte ha interessato la zona Nord, di cui abbiamo messo in evidenza le particolarità e le bellezze del territorio per tutti, adulti e bambini: spiagge, linee costiere e centri abitati piccoli e grandi hanno accolto 197 ciclisti da tutto il mondo in rappresentanza di 22 squadre, con una serie di allestimenti speciali.
In diversi centri isolani i monumenti più importanti sono stati illuminati da luci rosa, per celebrare l’evento. Alghero, in particolare, si è distinta per il numero di appuntamenti organizzati, complice anche l’aver dato i natali ad Agostino Sanna, il primo ciclista sardo che ha partecipato all’edizione inaugurale del Giro nel 1909: sin dal 25 gennaio, 100 giorni prima della partenza, la torre di Sulis è stata colorata di rosa, mentre sulla facciata è stato attivato un countdown digitale. L’amministrazione comunale ha poi invitato commercianti e ristoratori, ma anche singoli cittadini a celebrare le due ruote con fiori, festoni, menu e proposte a tema. Il porto della città è stato scenario della performance organizzata dallo stilista algherese Antonio Marras, ‘Orizzonti rosa’, che ha coinvolto 100 barche con altrettanti nuotatori che hanno disteso nelle acque antistanti la banchina lunghi nastri rosa.
Nel resto dell’itinerario, non sono mancati gli elementi più caratterizzanti della terra di Sardegna ad accompagnare i corridori: dalle asperità della Barbagia, nella zona di Nuoro, alla terra dei centenari, fino al vento di maestrale che ha accompagnato gli atleti all’arrivo a Cagliari.

Per voi una proposta immobiliare nella bellissima Sardegna. Scoprila qui.

Case di Prestigio
AUTORE

Case di Prestigio

Case di Prestigio è una realtà del panorama immobiliare italiano che opera nel mercato di case per vacanze (seconde case) da oltre 40 anni offrendo ai sui clienti l’assistenza necessaria per una corretta e sicura compravendita di immobili nelle località italiane più rinomate.

Tutte le storie di: Case di Prestigio